testata smat

international version

la mappa dei toretti di torino

vai a punto acqua smat

Impianto Castiglione T.se
in evidenza

AVVISO AGLI UTENTI INDUSTRIALI Richiesta di Autorizzazione Unica Ambientale per gli scarichi in fognatura di acque reflue industriali

NUOVA AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (A.U.A) DELL'IMPIANTO DI CASTIGLIONE T.SE

AVVISO ALL'UTENZA

BONUS per la bolletta dell'acqua


Cersa

News

SMAT ha assunto 30 giovani

L’organico dell’azienda si è arricchito di 30 giovani, assunti con contratto di apprendistato destinati ad operare nei settori tecnici ed amministrativi

Al termine dell’esame di 3072 candidature, in soli 4 mesi, SMAT ha predisposto le graduatorie e assunto i giovani apprendisti. 30 apprendisti per svolgere mansioni professionali che richiedono adeguata specializzazione: il fontaniere addetto alla distribuzione rete, il turnista per la conduzione di un impianto di depurazione, il tecnico specializzato per la manutenzione degli impianti di acquedotto e di depurazione, il tecnico specializzato per la manutenzione degli impianti elettrici, il tecnico specializzato per la ricerca delle perdite di rete, l’assistente ai lavori di acquedotto e di fognatura, il tecnico specializzato nei sopralluoghi e preventivi utenti o nell’assistenza lavori facility management ed il turnista addetto al sistema del Telecontrollo.
Accanto al settore tecnico anche alcuni destinati a quello amministrativo, tra cui lo specialista per il controllo tecnico investimenti.
Con il coinvolgimento di 6 Commissioni costituite da Dirigenti e Quadri della Società sono state attivate le verifiche dei candidati con prove scritte, pratiche e orali. Tutti i neo-assunti, ad eccezione di uno, sono residenti nei Comuni serviti da SMAT.
Per due-tre anni, in funzione delle mansioni ricoperte, gli apprendisti seguiranno specifici percorsi formativi affiancati da esperti della Società che, in qualità di “tutor”, verificheranno, passo dopo passo, il grado di apprendimento, la capacità operativa e la partecipazione al lavoro. Sulla base dei risultati verranno confermati o potrà essere interrotto il rapporto di lavoro.
“A questa prima serie di assunzioni – ha sottolineato l’Amministratore delegato Paolo Romano – potranno seguirne altre in relazione al piano di messa in quiescenza del personale. Si potrà così dare un contributo alla disoccupazione giovanile garantendo ai giovani assunti un posto di lavoro sicuro, con un’attività a servizio dei cittadini e dell’ambiente, in una Società, la SMAT, che ha impostato i servizi secondo un logica di serietà ed efficienza imprenditoriale”.