testata smat

international version

la mappa dei toretti di torino

vai a punto acqua smat

Impianto Castiglione T.se
in evidenza

AVVISO AGLI UTENTI INDUSTRIALI Richiesta di Autorizzazione Unica Ambientale per gli scarichi in fognatura di acque reflue industriali

NUOVA AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (A.U.A) DELL'IMPIANTO DI CASTIGLIONE T.SE

AVVISO ALL'UTENZA

BONUS per la bolletta dell'acqua


Accredia

BS OHSAS 18001:2007 cert. numero 9192.MACT

UNI EN ISO 14001:2015 cert. numero 9191.SMTO.

ISO 22000

News

Festa mobile: il Salone del Libro fa tappa alla SMAT

Il Padiglione dell’Acqua SMAT ha ospitato l’incontro con Marco Malvaldi che ha letto pagine di "Ama il prossimo tuo" di E.M. Remarque, nell'ambito di Festa Mobile a cura di Giuseppe Culicchia

Sabato 12 maggio una platea attenta ha apprezzato la lettura “a memoria” del libro “Ama il prossimo tuo” regalata da Marco Malvaldi.
Un libro che, ha affermato Malvaldi, ha letto per la prima volta quando era studente alle scuole medie che adesso, dopo averlo riletto più volte, conosce a memoria e del quale sottolinea il grande insegnamento di umanità, tale da modificare il modo di vedere profughi ed immigrati.
Un libro ormai difficile da trovare, se non su Internet, ma tragicamente attuale, i cui personaggi: Ludwing Kern, Ruth Holland e Josef Steiner, resi apolidi, privati di patria e di diritti, percorrono l'Europa occupata dalle forze naziste, attraversando clandestinamente le frontiere.
Dopo aver raccolto molti applausi Malvaldi si è congedato dagli intervenuti dicendo: ”Spero non vi accontenterete di questa mia lettura ma che andiate a cercarlo in libreria e a leggerlo integralmente”.
L’incontro è stato introdotto da Paolo Romano, Presidente di SMAT, che ha sottolineato come l’azienda intenda fare da tramite ed essere sempre di più  volano per la cultura in tutte le sue espressioni; proprio per questa ragione, ha anticipato Romano, “l’azienda ha intrapreso un percorso di collaborazione con la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo per valutare la possibilità di ospitare presso il Padiglione dell’Acqua alcune installazioni di arte contemporanea in modo da renderla più fruibile ed avvicinarla ad un pubblico più vasto”.